Le Slot Machine sono fra i giochi casinò più popolari al mondo. Da anni oramai sono sempre al centro di controversie anche di natura legale, ma soprattutto a causa della dipendenza che possono portare.

Con le slot si può arrivare a vincere molti soldi, ma probabilmente è piu semplice perderli, per questo in italiano le slot machine sono tradotte in genere con il termine “macchine mangiasoldi”.

L’invenzione di questa popolare macchina è attribuita da diverse fonti a Charles Fey, negli Stati Uniti intorno al 1985. L’inventore a quanto pare sarebbe un immigrante (e non aggiungo altro).

A quanto pare esistevano già prima alcune pseudo slot machine, ma Charles Fey ebbe alcune intuizioni su come poterle far funzionare meglio ed adattarle meccanicamente per farle finalmente funzionare in pubblico.

La prima Slot Machine

La prima slot, messa in un bar a S.Francisco riscosse un successo eccezionale e da lì Charles Fey decise di mettersi in proprio e di aprire una vera e propria fabbrica.

Ovviamente le prime macchine erano del tutto meccaniche con tanto di rulli e leve e probabilmente anche poco attraenti, visto che successivamente altri imprenditori cominciarono a produrne di nuove con colori attraenti e diversi nuovi simboli.

Sappiamo tutti che l’elettronica ad un certo punto è entrata in tutti i settori compreso quello delle “macchine mangiasoldi” con l’introduzione di schede elettroniche atte a controllare la gestione dei rulli e di tutto ciò che concerne il gioco, compreso le vincite.

L’ultimo passo sono state infine le slot online, dei veri e propri software a cui è spesso possibile giocare gratuitamente oppure a soldi veri.

Quale potrebbe essere a questo punto la prossima evoluzione? Difficile dirlo, probabilmente è già nato un nuovo Charles Fey che avrà altre idee innovative, oppure potrebbero anche cadere in disuso, forse a causa di una legge o più probabilmente sopraffatte da nuovi giochi più attraenti. Al momento da più di 100 anni le slot restano fra i giochi più popolari dei casinò, anche online.